Idromele e Grappa

Il "magico", quasi introvabile Idromele e le migliori Grappe a base di mieli finissimi

Il "magico", quasi introvabile Idromele

Lo si trova prodotto quasi ovunque si trovino le api.


Conosciamo un idromele dell'antico Egitto, quello dell'antica Grecia, uno dell'Inghilterra Celtica, l'idromele della Scandinavia Vichinga, quello degli antichi Slavi e probabilmente ne esistono, o ne sono esistiti, molti prodotti anche in altri luoghi.
L'idromele aveva una grande importanza nella cultura norrena (scandinava) precristiana;
Era tradizione che le coppie appena sposate bevessero idromele durante il periodo di una luna dopo il matrimonio per ottenere un figlio maschio. Da lì sembra provenire la tradizione della "Luna di miele".
Era tradizione che le coppie appena sposate bevessero idromele durante il periodo di una luna dopo il matrimonio per ottenere un figlio maschio. Da lì sembra provenire la tradizione della "Luna di miele".
Va servito sempre fresco (10 - 12 C˚) con pasticceria secca o cioccolato fondente, o come aperitivo, soprattutto quello dolce. Se si vuole gustarlo in maniera inconsueta, lo accompagneremo ad una fetta di pecorino stagionato o di gorgonzola, cosparsi di noci tritate e di miele di castagno tiepido, o a delle fettine di lardo di Colonnata con miele di acacia.

Grappa al miele di Corbezzolo

Toscana, dal gusto impareggiabile, distillata in quantità limitatissima, è in grado di soddisfare i più esigentiintenditori.